Quantcast

Rissa “politica“ al Carmine, altri quattro indagati

Tutti dai 20 ai 40 anni, bresciani e facenti parte del gruppo Veneto Fronte Skinheads. La Digos li ha identificati tramite le telecamere.

Più informazioni su

(red.) Ci sono altri quattro indagati per la rissa che era scoppiata lo scorso venerdì notte 28 settembre al quartiere Carmine di Brescia tra alcuni skinheads e antifascisti. Durante quella violenza, quattro membri facenti parte del gruppo di estrema destra vennero arrestati in flagrante dalla Polizia allertata sul posto e poi scarcerati. In seguito, attraverso le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza, si è riusciti a identificare altri quattro, anche loro del gruppo estremista. Dopo l’intervento della Volante, è stata la Digos a muoversi per capire cosa fosse successo e identificando, oltre ai primi quattro arrestati, anche i quattro nuovi indagati, tutti dai 20 ai 40 anni e legati al gruppo Veneto Fronte Skinheads.

Questo, almeno, lo segnala la questura di Brescia che ieri notte, tra domenica 30 settembre e lunedì 1 ottobre, ha mandato la Digos a perquisire le abitazioni trovando lo stesso abbigliamento della sera della rissa ed elementi appartenenti alla formazione veneta. Gli otto indagati sarebbero tutti bresciani. Quella notte, secondo quanto ricostruito, alcuni estremisti di destra avrebbero raggiunto il quartiere notando che in un bar c’erano alcuni componenti di sinistra. A quel punto sarebbero partiti gli insulti, poi le violenze con tanto di catene e spranghe coinvolgendo circa venti persone e di cui alcune rimaste ferite. Da Radio Onda d’Urto si dice che non ci sarebbe alcun collegamento con il blitz ai danni della sede di Forza Nuova in via Milano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.