Quantcast

Brescia, rissa “politica“ al Carmine: 4 indagati

Una ventina di persone ferite dopo gli scontri nel centro storico cittadino. La Polizia di Stato sta indagando. Pare centri sociali contro estrema destra.

(red.) Sono state scene di guerriglia quelle che si sono vissute la notte scorsa, venerdì 28 settembre, nel quartiere Carmine di Brescia, in città. Una ventina di persone sono rimaste ferite durante gli scontri che si sono scatenati, pare per motivi politici.

Infatti, la Polizia di Stato che è intervenuta per sedare la maxi rissa dopo le segnalazioni dei residenti, avrebbero identificato gli autori come membri dei centri sociali del Magazzino 47 e altri della componente di estrema destra, forse ultras. Potrebbe trattarsi di una vendetta dopo il blitz degli antagonisti alla sede di Forza Nuova in via Milano, mentre nelle ore successive sono arrivati i primi quattro arresti e non si escludono altri provvedimenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.