Quantcast

Lumezzane e Cazzago, due fermi per droga e armi

Un ragazzo algerino arrestato in Valgobbia perché aveva hashish: clandestino, sarà anche espulso. In Franciacorta uno beccato con un coltello e un pugnale.

Più informazioni su

(red.) E’ stata una settimana di controlli quella messa in campo da parte dei carabinieri della compagnia di Gardone Valtrompia sul territorio bresciano di loro competenza. I militari di Lumezzane, per esempio, durante un servizio per la repressione dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un ragazzo algerino, nullafacente, che aveva addosso 250 grammi di hashish e banconote da 100 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Per lui l’arresto è stato convalidato da parte del giudice e visto che è risultato essere clandestino, sono state avviate le procedure di espulsione dall’Italia. A Cazzago San Martino, invece, in Franciacorta, sono stati controllati 70 veicoli e uno di quelli che c’era a bordo è stato denunciato perché sorpreso con un pugnale e un coltello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.