Paratico, rissa e insulti durante una partita di calcio

Nel match di Coppa contro il Foresto Sparso, nel secondo tempo sono volate grida tra giocatori, accenni di spintoni e calci e partiti anche dalle tribune.

Più informazioni su

(red.) Quella di giovedì 6 settembre è stata una giornata di calcio a livello dilettantistico per le numerose formazioni impegnate nei match di Coppa Lombardia. Ma a Paratico, nel bresciano, purtroppo la cronaca sportiva ha lasciato spazio a quella nera. Tutto è accaduto intorno alla mezzora del secondo tempo quando, nella partita tra i bresciani e i bergamaschi del Foresto pare sia stato fischiato un calcio di rigore ritenuto discutibile.

Ma è scattato il putiferio, con i giocatori in campo, le riserve e alcuni dirigenti che si sono insultati tra di loro, passando anche ai calci. E dalle tribune non è arrivato nulla per calmare gli animi. Al contrario gli stessi genitori e parenti degli atleti avrebbero rivolto degli insulti, forse a sfondo razzista, contro gli ospiti. Una situazione che ha portato l’arbitro a espellere tre giocatori, mentre il match si è concluso sull’1-1 e con i bresciani che hanno passato il turno. Dopo la partita gli animi si sono rasserenati, ma è stata una pessima serata in cui lo sport è passato in secondo piano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.