Quantcast

Vittorio Giuzzi, ucciso per motivi di eredità?

Oltre a ex moglie e una nipote arrestate e l'esecutore del delitto, altre due persone sarebbero coinvolte in quanto è successo al bresciano a fine gennaio.

(red.) Potrebbe essere legato a un delitto su commissione per questioni ereditarie il decesso del pensionato bresciano 76enne di Montichiari Vittorio Giuzzi, ucciso nella sua casa a San Juan de la Maguana nella Repubblica Dominicana. E’ questo il nuovo risultato sulle indagini in corso da parte delle autorità locali e che hanno portato all’arresto dell’ex moglie Teodora Mendez e di una nipote. Entrambe, con il 22enne Nenen de la Paz Morillo, ritenuto l’esecutore materiale dell’omicidio e altre due persone, sarebbero indagate.

L’ex moglie del bresciano con la nipote si trovano attualmente ai domiciliari, mentre l’attività investigativa sta andando avanti. I figli dell’uomo ritengono plausibile che il padre possa essere stato ucciso per motivi di eredità, anche se sottolineano come l’uomo non avesse particolari ricchezze sul posto. Giuzzi aveva seguito la seconda moglie, poi diventata ex, ai Caraibi per godersi la pensione con la donna e dalla quale aveva avuto tre figli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.