Quantcast

Corzano, ricarica Postepay con truffa: arrestato

Un operaio 20enne di Roncadelle si è fatto accreditare 250 euro e dicendo di aver dimenticato il denaro in auto. Era scusa per fuggire, ma è stato preso.

Più informazioni su

(red.) Nei giorni precedenti a mercoledì 16 maggio un 20enne bresciano di Roncadelle ha messo a segno una truffa ai danni di una ricevitoria di Corzano, ma in seguito è stato identificato e bloccato. Il giovane è entrato nell’attività commerciale facendosi ricaricare una tessera Postepay per 250 euro. Poi con una scusa avrebbe detto al titolare di aver dimenticato la somma in auto e l’esercente gli ha consentito di uscire dal locale. Ma l’operaio 20enne è poi risalito sulla sua Ford Focus ed è fuggito.

Il titolare ha compreso di essere rimasto vittima di un raggiro e ha allertato i carabinieri della compagnia di Chiari che hanno mosso una pattuglia di Trenzano. Grazie ai dati forniti dal negoziante truffato, i militari sono riusciti a fermare il giovane. Aveva addosso 245 euro in contanti e la ricevuta della ricarica Postepay. E’ stato quindi arrestato, si è visto convalidare il fermo, ma poi è stato rimesso in libertà con l’obbligo di dimora a Roncadelle.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.