Picchia autista bus che non fa salire cani: arrestato

Giovedì due giovani stranieri a una fermata verso Caino volevano far portare a bordo due animali senza museruola. E' nata la discussione, poi la violenza.

(red.) La cronaca bresciana torna ad alimentarsi con episodi di violenza ai danni degli autisti di autobus. L’ultimo episodio in ordine di tempo è andato in scena giovedì 22 marzo, intorno alle 14, a una fermata nei pressi di alcuni complessi commerciali sulla via Triumplina in direzione di Caino, alle porte di Brescia. Il conducente 56enne dipendente di Brescia Trasporti, sulla linea 10, nel momento in cui si è fermato, ha notato che due passeggeri – un romeno di 23 anni e una moldava di 21 – che portavano due cani di grossa taglia, senza museruola e che avrebbero voluto far salire sul mezzo pubblico.

L’autista, facendo rispettare il regolamento, ha vietato loro di salire e ne è nata quindi una discussione verbale. Nello stesso tempo, il dipendente, temendo per le conseguenze, ha allertato la Polizia Locale per chiedere un intervento. Quando gli operatori sono arrivati sul posto, hanno notato il conducente a terra con una ferita al volto e il 23enne che lo stava colpendo. I due, tra l’altro, avevano appena comprato la museruola richiesta in un vicino negozio, ma si erano sentiti dire di dover aspettare la Polizia. Il giovane aggressore, condotto al comando di via Donegani, è stato arrestato per violenza e lesioni a incaricato di pubblico servizio, mentre la ragazza che era con lui ha incassato una denuncia per le stesse accuse.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.