Rovato, coppia di ladri in azione in villa a Lodetto

Martedì all'ora di pranzo due banditi sono entrati in un'abitazione privata portando via vasi d'argento e una coppa. Intera scena ripresa dalle telecamere.

(red.) All’ora di pranzo di martedì 6 marzo una villetta nella frazione di Lodetto di Rovato, nel bresciano, è finita nel mirino di una coppia di malviventi. L’episodio, di cui dà notizia Bresciaoggi, si è verificato intorno alle 12,30 nella zona residenziale del quartiere. Tra l’altro, l’intero blitz è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza presenti lungo la strada, ma anche all’interno dell’abitazione privata. Così è stata ricostruita per intero l’azione. Gli “occhi” elettronici hanno immortalato per primo un uomo, con il giubbotto blu e il volto in parte coperto e con un cappellino in testa mentre si avvicinava all’ingresso della casa.

Ha quindi verificato che all’interno non ci fosse nessuno e subito dopo è stato raggiunto da un’auto, una Volkswagen Tiguan, a poca distanza. Dalla vettura è uscito un complice e i due ladri, insieme e indossando dei guanti, hanno usato degli arnesi per forzare il cancello d’ingresso e farsi strada. Le immagini interne mostrano i due mollare calci a una porta e portare via diversi oggetti di valore, soprattutto vasi d’argento e persino una coppa come trofeo e con l’intento probabilmente di vendere tutto sul mercato clandestino.

Quindi, entrambi sono fuggiti sulla vettura. I padroni di casa che sono poi rientrati e si sono imbattuti nel furto non hanno potuto fare altro che raccogliere le immagini delle telecamere e consegnarle ai carabinieri nella denuncia per cercare e identificare i due malviventi. Altri furti, sempre a Rovato e ancora a Lodetto si erano verificati domenica 4 e nei pressi della stazione ferroviaria. Ad agire sarebbe stata una coppia di banditi, la stessa della villetta?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.