Quantcast

Bambino suicida, Travagliato è comunità scioccata

Svolta l'autopsia sul corpo del piccolo pakistano di 8 anni trovato giovedì dalla madre esanime con una sciarpa al collo. Ai funerali sarà lutto cittadino.

(red.) L’intera comunità di Travagliato, nel bresciano, è sotto shock per la morte del bambino di 8 anni avvenuta nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9 febbraio. Il piccolo, unico maschio di cinque figli, era stato trovato dalla madre nella sua cameretta con una sciarpa al collo e togliendosi la vita dopo essere salito su una sedia. Per quanto riguarda le indagini, si sta occupando del caso il sostituto procuratore di Brescia Katy Bressanelli, mentre la famiglia, di origine pakistana ma pienamente integrata e residente da oltre dieci anni in paese, ha più di un dubbio che si sia trattato di volontà di suicidarsi. Secondo i genitori, potrebbe essere più probabile che il piccolo sia stato indotto, oppure per un gioco finito male.

In ogni caso, non sono state trovate responsabilità di terze persone. Quel giovedì, all’ora di pranzo, il bambino era appena tornato a casa al termine delle lezioni – frequentava la terza elementare della scuola del paese – e, pare, dopo un rimprovero, si era chiuso nella sua stanza da letto. A quel punto il padre era uscito per tornare al lavoro nel pomeriggio in un’azienda di Castegnato, ma poco dopo è dovuto rientrare di fronte alla disgrazia. A trovare il bambino agonizzante era stata la madre con una delle altre figlie che ha cercato di rianimare inutilmente il piccolo. Poi il trasferimento in codice rosso all’ospedale Civile di Brescia dove nella notte è però arrivata la morte.

La salma del piccolo è già stata sottoposta all’autopsia venerdì mattina 9 febbraio ed è stata ricomposta all’obitorio dell’ospedale dove per tutta la giornata sono rimasti i genitori. Le quattro figlie, invece, sorelle del piccolo, sono dai parenti a Roncadelle, mentre la Scientifica ha controllato l’abitazione subito dopo il dramma. Una disgrazia che ha colpito non solo Brescia e il resto della provincia, ma l’intera nazione. Di fronte a questa situazione, si stringono intorno ai familiari il sindaco di Travagliato Renato Pasinetti, il parroco don Mario Metelli, la scuola rappresentata dal dirigente Davide Uboldi e l’intera comunità pakistana.

Ora le lezioni sono sospese per il periodo di carnevale e riprenderanno mercoledì 14 febbraio e da quel momento dovrà essere assicurato un sostegno psicologico ai docenti e compagni di classe del bambino, oltre agli amici. Di sicuro mancherà il piccolo studente che era disciplinato e allo stesso tempo vivace come devono essere tutti quelli della sua età. Il giorno del funerale, che deve essere ancora fissato e celebrato in moschea, a Travagliato sarà lutto cittadino. Subito dopo le esequie, sarà sepolto in Pakistan.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.