Quantcast

Bassa e Garda, escalation di furti tra case e negozi

Via 600 euro e gioielli da alcune abitazioni di Montichiari e fallito un altro colpo mentre residenti rientravano. Colpito anche un ristorante a Padenghe.

(red.) Prima Manerbio, poi Borgosatollo, quindi Carpenedolo e, da ultimo caso, anche Montichiari. Sono i paesi della bassa bresciana che dai giorni precedenti a sabato 3 febbraio devono far fronte a un’escalation di furti nelle abitazioni. L’ultimo episodio in ordine di tempo e di cui dà notizia Bresciaoggi è avvenuto giovedì 1 febbraio nella zona di Novagli e del centro storico nella città più grande della Bassa. Il bottino finale è stato di circa 600 euro e di gioielli, mentre ai banditi non è riuscito un altro colpo. Proprio in questo, uno dei banditi faceva da “palo”, mentre i complici erano entrati raggiungendo la cassaforte che stavano aprendo con un flessibile.

A un certo punto si sono sentiti intimare dall’esterno di uscire perché i residenti stavano rientrando in quei minuti. Quindi è partita la fuga generale dal retro della villetta e sono scappati a bordo di una Renault Clio facendo perdere le tracce prima che arrivassero i carabinieri. Nelle stesse ore si segnala un altro furto avvenuto al ristorante “Il Rivale” di Padenghe sul Garda che era già stato preso di mira più volte. Stavolta i malviventi hanno portato via bottiglie di champagne, di vino e bistecche mettendo tutto in un furgone con cui si sono volatilizzati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.