Quantcast

Brescia, finti tecnici A2a rapinano due case

Due colpi in una mattina nella zona di viale Venezia. In un caso una governante minacciata con un coltello mentre un complice portava via gioielli e altro.

(red.) Nei giorni precedenti a sabato 27 gennaio la zona di viale Venezia a Brescia è finita nel mirino di alcuni rapinatori che usano una scusa per farsi aprire dai residenti. Infatti, portano sul petto un tesserino di riconoscimento come presunti addetti di A2a e si presentano casa per casa giustificando di svolgere dei controlli per una fuga di gas. Invece, il loro intento è tutt’altro che positivo e così sono riusciti a svaligiare due abitazioni nell’arco di poche ore.

Prima è successo verso una governante filippina che ha aperto la porta ai malfattori dopo essersi sentita dire di quella scusa. Ma quando sono entrati, uno le ha puntato un coltello alla gola e l’altro ha rubato gioielli e ogni genere di valore per migliaia di euro. Poi sono fuggiti e hanno compiuto un colpo identico in un’altra casa. Le vittime hanno sporto denuncia alla Polizia che indaga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.