Quantcast

Val Venosta, anche bresciani bloccati in montagna

La comitiva di sportivi è al sicuro, ma chiusa in un hotel a causa del pericolo di valanghe che incombe su una strada di collegamento. Stanno tutti bene.

Più informazioni su

(red.) Dalle ore precedenti a lunedì 22 gennaio e lo saranno fino a martedì 22, anche una decina di sciatori bresciani sono rimasti bloccati in Val Venosta, in provincia di Bolzano, a causa del pericolo di valanghe. Le abbondanti nevicate insieme alle temperature oltre la media portano a rischi che si formino strati di coltre bianca pronti a staccarsi dalle pareti. Una situazione che penalizza la strada, a 1.900 metri di quota verso l’albergo Curon Venosta dove si trovano i bresciani.

Insieme al personale della struttura sono per fortuna in una zona sicura. Per tutta la giornata di domenica 21 gennaio anche loro, tra cui alcuni giovani, hanno dato una mano a spalare la neve e a pulire il piazzale dell’albergo. Zona raggiungibile solo attraverso la Val Stretta dove sono presenti pareti ripide e pericolose.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.