Quantcast

Pisogne, maxi scontro in galleria. Due feriti gravi

Domenica all'alba un'auto ha provocato un frontale con un'altra vettura e poi contro un furgone. Circolazione sulla Sebina rimasta chiusa per tre ore.

(red.) E’ stato un vero inferno quello che si è registrato domenica mattina 21 gennaio all’interno della galleria Trentapassi a Pisogne, sulla sponda bresciana del lago d’Iseo, a causa di uno spaventoso incidente stradale innescato da un frontale. Il drammatico bilancio finale parla di sei feriti, di cui due in gravi condizioni e di cinque veicoli coinvolti, di cui tre ridotti in lamiere. E’ successo tutto poco prima delle 6,30, all’alba, sulla provinciale 510 Sebina, quando una Bmw serie 3 con a bordo tre giovani stranieri di Pian Camuno e diretti a Darfo Boario Terme ha invaso la corsia opposta nel momento in cui è entrata nel tunnel.

Non è chiaro se sia avvenuto per un malore, una distrazione oppure per la volontà di compiere un sorpasso azzardato e arrivare prima a destinazione. Dal senso opposto stava arrivando un’altra Bmw con due donne di Borno e Ceto dirette all’ospedale di Iseo dove lavorano come infermiere. Il frontale è stato inevitabile e ha portato il veicolo dei ragazzi a ruotare anche contro un furgone di un 53enne di Fiorenzuola d’Adda. Proprio questo autista e due dei ragazzi coinvolti – due 25enni – hanno subito le conseguenze peggiori, tali da essere trasferiti con tre elicotteri provenienti da Brescia, Como e Bergamo. Il 53enne è stato condotto al Giovanni XXIII di Bergamo, il secondo al Civile di Brescia e il terzo, prima alla Poliambulanza cittadina, poi nel momento in cui non era più in pericolo di vita è stato trasportato al Borgo Trento di Verona.

Gli altri feriti sono stati condotti agli ospedali di Esine e Lovere. L’allerta al 112, numero unico di emergenza composto dal teatro del maxi incidente ha richiamato sul posto anche due automediche e le ambulanze da Pisogne, Sale Marasino, Lovere e Darfo Boario Terme. Presenti anche i vigili del fuoco da Darfo e Sale Marasino e gli agenti della Polizia stradale che hanno ricostruito la dinamica e gestito la viabilità. L’intervento ha portato a estrarre i feriti dalle lamiere dei veicoli, di cui alcuni andati distrutti, mentre la circolazione è rimasta bloccata per tre ore, tanto da tornare regolare solo dopo le 9. Il conducente della vettura che ha provocato il primo frontale è stato sottoposto all’alcoltest.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.