Quantcast

Dia Brescia sequestra beni a criminale calabrese

La direzione investigativa antimafia ha avuto il permesso del tribunale di Bergamo per bloccare 160 mila euro a disposizione di un 58enne di Vibo Valentia.

Più informazioni su

(red.) Nelle ore precedenti a martedì 31 ottobre la Direzione Investigativa Antimafia di Brescia, su disposizione del tribunale di Bergamo, ha sequestrato beni per un valore totale di oltre 160 mila euro verso il 58enne R. G., originario della provincia di Vibo Valentia. E’ stato già condannato in via definitiva per vari reati, dall’usura all’estorsione, commessi dagli anni ’70 fino al 2017.

L’uomo è anche accusato di far parte della ‘ndrangheta. L’ordinanza di sequestro è stata firmata dal tribunale orobico che ha accolto la proposta della Dia bresciana per attuare la misura. Si tratta di un appartamento e un magazzino presenti a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo e una società di capitali che ha sede nella stessa zona orobica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.