Quantcast

Periferie sicure, risultato dei controlli di polizia

Polizia, Finanza, carabinieri e vigili hanno perlustrato i quartieri cittadini. Migliaia di identificati, sequestro di droga e un market chiuso 20 giorni.

Più informazioni su

(red.) Da Brescia è stato fornito un bilancio definitivo relativo all’ultima operazione “Periferie sicure” svolta nei quartieri cittadini da 336 agenti tra Polizia di Stato, carabinieri, Guardia di Finanza e vigili urbani. L’intervento era stato pianificato in questura e autorizzato dal prefetto di Brescia Annunziato Vardé durante una riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza.

Si parla di 1.505 persone controllate, di cui 659 stranieri e tre immigrati clandestini accompagnati al centro di identificazione ed espulsione. Poi, 10 arresti, 44 denunciati a piede libero e 55 controlli tra gli esercizi commerciali, con 25 sanzioni emesse. Sequestrate anche cocaina ed eroina, 800 farmaci venduti senza autorizzazione, due auto e 850 euro.

Infine, al Carmine il questore Vincenzo Ciarambino ha disposto la chiusura di un supermercato dal 13 ottobre e per venti giorni dopo diversi controlli da parte della polizia e segnalazioni dai residenti. Il locale, infatti, era spesso frequentato da pregiudicati e tossicodipendenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.