Lonato, spacciano droga da stalla vicino a casa

Due marocchini di 22 e 32 anni sono finiti in manette per vendita di droga. Erano sospettati dai carabinieri per vita agiata, ma senza reddito né lavoro.

Più informazioni su

(red.) Trascorrevano una vita agiata sulla sponda bresciana del lago di Garda, eppure non avevano un lavoro e nemmeno una fonte di reddito. La discrepanza per due marocchini di 22 e 32 anni ha insospettito i carabinieri che per diversi giorni li hanno pedinati e controllati a distanza a Esenta di Lonato. Nell’attività di osservazione, i militari hanno poi scoperto che i due si mantenevano vendendo droga a domicilio.

Tanto che era continuo il via vai di clienti nella loro casa, in un appartamento all’interno di un complesso. Quando i carabinieri erano certi di andare a colpo sicuro, sabato pomeriggio 23 settembre hanno compiuto un blitz. Ma in casa non c’era traccia di droga. Poi si è capito l’inghippo: i due usavano una vicina stalla abbandonata come punto di rifornimento.

Qui, infatti, c’erano dieci confezioni di cocaina in sacchetti trasparenti, pochi grammi di hashish e 4 mila euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita. Per i due sono scattate le manette per spaccio di sostanze stupefacenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.