Darfo, 60 arresti dai carabinieri da inizio 2017

E' il doppio negli ultimi tre anni. Ma è più difficile con la prostituzione, visto che non è reato. 500 euro di multa per chi viene beccato ad accostare.

(red.) Per i carabinieri della stazione di Darfo Boario Terme, nel bresciano, è tempo di numeri sull’attività condotta nei primi otto mesi del 2017, da gennaio fino ad agosto. Il risultato, tra contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, furti, clandestini e atti di delinquenza vari, è di 60 arresti. E’ il doppio rispetto agli ultimi tre anni di attività, segno che le forze dell’ordine camune sono operative e hanno risolto alcuni problemi che tormentavano diverse zone.

Ma quello della prostituzione, fenomeno molto presente nel territorio di competenza dei militari, non accenna a fermarsi. Non è reato, ma i carabinieri tengono comunque monitorata la situazione tra controlli e contrasto. Il regolamento della polizia locale di Darfo, tra l’altro, prevede una multa fino a 500 euro per chi viene beccato anche solo per trattare la tariffa di una prestazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.