Quantcast

Palazzolo, documenti falsi: fermato e arrestato

La polizia locale ha imposto l'alt a un furgone durante un posto di blocco. Alla guida c'era un 29enne pakistano, ma con patente e carta d'identità rumene.

(red.) Pakistano, eppure con patente e carta d’identità rumene. Una situazione sospetta scoperta dagli agenti della polizia locale di Palazzolo, nel bresciano, nel momento in cui hanno fermato un furgone durante i consueti controlli e posti di blocco sulla strada. Quando hanno chiesto i documenti al conducente 29enne e si sono visti presentare quelle certificazioni, hanno voluto compiere una verifica.

Così hanno accertato che titolo di guida e documento d’identità erano stati falsificati. In più, l’uomo era stato eliminato dall’Anagrafe di Rovato perché non più reperibile dal 2013. Il giovane è finito in manette e giudicato per direttissima, ma poi scarcerato perché incensurato. Dal 2 ottobre dovrà presentarsi in tribunale a Brescia per il processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.