Quantcast

Verolanuova, condannato ruba subito una bici

Un 40enne disoccupato era stato già sorpreso a depredare un negozio di ottica a Quinzano. Arrestato e giudicato, è entrato ancora in azione poche ore dopo.

(red.) Quando lo ha visto su una bicicletta da donna pensava di non crederci. Soprattutto perché era stato tra le forze dell’ordine che lo aveva beccato in flagrante e vigilato mentre si trovava nella camera di sicurezza alla caserma dei carabinieri di Verolanuova. E’ successo nei giorni precedenti a lunedì 4 settembre nel bresciano, quando un militare, in quel momento libero dal servizio, ha notato un uomo uscire dal cortile di un ristorante alla guida della due ruote di chiaro stampo femminile.

La sorpresa è stata nel momento in cui ha verificato che l’autore del furto era stato lo stesso uomo che poche ore prima, di notte, aveva rubato prodotti fotografici e attrezzature da un negozio di ottica a Quinzano. Dopo quel raid, il 40enne bresciano disoccupato era stato colto in flagrante su una segnalazione e venne portato prima in caserma e poi al tribunale di Brescia che lo aveva condannato.

Ma evidentemente non è servito all’uomo per entrare di nuovo in azione. Tanto che per lui sono ancora scattate le manette e un’altra condanna da parte del tribunale a presentarsi in caserma ogni giorno per la firma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.