Quantcast

Cerveno, fulmine provoca incendio alla Riva

Domenica a mezzogiorno si sono scatenate le fiamme nell'acciaieria dopo l'attacco alla cabina del gas. Attivate misure di sicurezza, danni sono stati lievi.

Più informazioni su

(red.) Domenica 6 agosto a mezzogiorno è divampato un incendio all’interno della fabbrica Riva Acciai di Cerveno, nel bresciano. Colpa di un fulmine – durante un violento temporale in corso in tutta la provincia – che si è scagliato contro una centralina del gas metano che alimenta proprio l’azienda siderurgica. I primi ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati gli operai addetti alla manutenzione e che ha avvertito un boato. In seguito, si sono presentate le fiamme, mentre tutti i dispositivi di sicurezza, come dicono dall’azienda, hanno funzionato e gli operai e il personale sono stati evacuati.

La chiamata al 112 ha fatto intervenire sul posto diversi uomini dei vigili del fuoco da Darfo e Breno, insieme ai soccorsi che però non sono serviti. Infatti, nessuno è rimasto ferito. Durante le fasi di spegnimento del rogo è stato chiesto all’azienda che distribuisce il gas lungo la rete di interrompere la fornitura per consentire le operazioni. Per questo motivo anche altri paesi vicini hanno poi dovuto fare i conti con l’assenza di gas.

L’intervento si è concluso intorno alle 16,30 quando anche l’area è stata bonificata e poi ripristinata la circolazione del metano. Dall’azienda fanno sapere che i reparti produttivi non sono stati intaccati e infatti lunedì 7 agosto è ripreso il lavoro da parte dei manutentori. Visto il periodo di ferie, la produzione è ferma e quindi i disagi sarebbero stati comunque minori. Il fulmine che ha colpito l’acciaieria è frutto del temporale che ha colpito anche la Valcamonica, con 120 richieste di intervento dei vigili del fuoco in tutta la provincia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.