Darfo, acqua Erbanno e Bessimo torna potabile

Il sindaco Mondini ha ritirato l'ordinanza dopo gli ultimi controlli rassicuranti dei tecnici comunali e di Asst. Basta disagi per i residenti coinvolti.

(red.) La notizia era nell’aria ed è arrivata la conferma. A Darfo Boario Terme, nel bresciano, è stata revocata l’ordinanza del sindaco Ezio Mondini per il divieto di usare l’acqua potabile nelle frazioni di Erbanno e Bessimo. Il provvedimento era stato lanciato il 12 luglio dopo che i tecnici dell’azienda socio sanitaria della Valcamonica avevano scoperto concentrazioni di batteri escherichia coli oltre i limiti di legge.

Quindi, a 2 mila residenti delle frazioni era stato impedito di usare l’acqua a consumo umano, almeno che prima non fosse stata bollita. La causa della formazione dei batteri era legata ai temporali che avevano danneggiato gli impianti del cloro per depurare l’acqua proveniente dalle fonti.

Per cinque giorni le due località sono incorse nei disagi e venerdì 14 l’Asst della Valcamonica con i tecnici comunali ha svolto nuovi controlli sull’acqua. In quel caso hanno dato esito negativo sulla presenza di altri elementi e quindi l’ordinanza è stata ritirata. I residenti possono tornare a usare l’acqua, mentre è probabile che la class action annunciata dalla Codacons possa nemmeno partire.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.