Brescia, anziani truffati da finto addetto spurghi

Lunedì un uomo si è presentato in via Bassiche dicendo che c'erano problemi agli scarichi. I due coniugi hanno verificato e lui ha rubato soldi e gioielli.

Più informazioni su

(red.) Lunedì mattina 17 luglio una coppia di anziani coniugi è rimasta truffata da un finto addetto al controllo degli scarichi fognari. I due 70enni, residenti in via Bassiche a Brescia, hanno risposto alla porta dopo che qualcuno aveva suonato il campanello. Davanti a loro c’era un uomo distinto e ben vestito, dall’accento italiano, che aveva detto ai due coniugi di trovarsi sul posto per la presunta segnalazione di un problema agli scarichi.

Quindi il finto addetto è riuscito a convincere i due di andare a controllare alla base del palazzo per verificare gli spurghi. Nel frattempo, l’uomo rimasto da solo in casa è riuscito ad arraffare qualche centinaio di euro e diversi gioielli dopo aver rovistato da tutte le parti. I due coniugi, quando si sono accorti che era tutto in regola, hanno compreso di essere rimasti vittime del raggiro.

Infatti, subito dopo hanno notato il truffatore che scappava a bordo di una bicicletta. Ai due anziani non è rimasto altro da fare che chiamare la Polizia di Stato intervenuta sul posto con una Volante. Agli agenti hanno fornito le informazioni sul malvivente ancora ricercato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.