Quantcast

Verziano; “Non dormivano durante turno notturno”

Assolte le quattro guardie carcerarie accusate di riposare durante un servizio notturno da un'ispezione. Il Tribunale di Brescia ha smontato il castello accusatorio: "Il fatto non sussiste".

Più informazioni su

(red.) Casa di Reclusione di Brescia Verziano – I quattro Poliziotti penitenziari accusati di essere stati sorpresi a dormire durante il turno notturno, a Verziano, nella casa di reclusione di Brescia, sono stati prosciolti dall’accusa, “perché il fatto non sussiste”.

La Sentenza odierna, emessa dal Tribunale di Brescia, ha smontato il castello accusatorio scagionando i poliziotti da ogni addebito. “Sono passati oltre quattro anni dai fatti contestati”, spiega in una nota Calogero Lo Presti, della Fp Cgil, “vissuti dai lavoratori con angoscia, preoccupazione ed apprensione per il capo d’imputazione abbastanza grave per dei poliziotti. Un poliziotto penitenziario, addirittura, è stato riformato dall’Ospedale Militare di Milano per il suo precario stato psicologico dovuto alla vicenda. Oltre alla soddisfazione dei quattro lavoratori e delle loro famiglie, anche la Fp Cgil esprime il più grande compiacimento per l’assoluzione, consapevole che i poliziotti hanno svolto il loro compito istituzionale con abnegazione e nel pieno rispetto della legge”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.