Ceto, incendio in una casa, sei famiglie sfollate

Martedì notte le fiamme sembra siano partite da una legnaia legata a una delle abitazioni attigue. Poi il fuoco si è esteso fino al tetto e ai piani alti.

Più informazioni su

(red.) Nella notte tra martedì 4 e mercoledì 5 aprile è divampato un vasto incendio in una palazzina abitata a Nardo di Ceto, nel bresciano. E’ successo tutto poco dopo la mezzanotte in via Predolino, nel centro storico del paese della Valcamonica. Sembra che le fiamme siano partite da un deposito di legna legato a un’abitazione. Poi il rogo si è esteso raggiungendo il tetto compromesso e provocando diversi danni anche ai piani alti dello stabile.

Sul posto, dopo l’allerta, sono subito giunti i vigili del fuoco di Breno e Darfo Boario Terme per domare il rogo. Il risultato ha portato a numerosi danni sulla struttura, tanto che sei famiglie residenti sono al momento sfollate e devono trovare una sistemazione in casa di amici e parenti. I loro appartamenti, infatti, sono stati ritenuti inagibili. Tra l’altro i pompieri, oltre allo spegnimento delle fiamme, sono impegnati anche sull’amianto che era presente sulla copertura. Poi proseguirà la bonifica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.