Calvisano, ultraleggero cade, è falso allarme

Una persona giovedì ha chiamato il 112 segnalando il velivolo a terra e il fuoco. Ma quando i soccorsi sono arrivati non c'era nulla di quanto allertato.

Più informazioni su

(red.) Un vero e proprio schieramento di forze dell’ordine e mezzi di soccorso si è mosso nel tardo pomeriggio di giovedì 30 marzo, intorno alle 19, verso le campagne tra Carpenedolo e Calvisano, nel bresciano. Qualcuno, infatti, ha chiamato il numero unico di emergenza 112 allertando del fatto che un aereo ultraleggero fosse caduto e stesse bruciando a poca distanza dal fiume Chiese.

Sul posto sono intervenute le ambulanze, i vigili del fuoco, i carabinieri di Desenzano e persino l’elicottero mandato dall’ospedale Civile di Brescia. Ma quando sono arrivati sulla zona hanno verificato che non c’era alcun velivolo a terra e non si era verificato alcun incidente.

In pratica, si è trattato di un falso allarme lanciato in buona fede da un testimone che aveva visto un mezzo volare a pochi centimetri dal fiume. Poi il fuoco che era stato acceso da un contadino. L’effetto a distanza ha portato all’idea di una caduta. Ma per fortuna, nulla di tutto questo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.