Quantcast

Incidente mortale Val Palot, giovedì funerale

Giovanni Pietro Fettolini, 58 anni, è deceduto martedì in moto mentre raggiungeva la baita sopra Pisogne per alcuni lavori nel bosco. Schianto con un furgone.

Più informazioni su

(red.) E’ Giovanni Pietro Fettolini, 58 anni, la vittima del grave incidente stradale avvenuto nel primo pomeriggio di martedì 14 marzo in Val Palot, nel bresciano. Il pensionato, che abitava in una casa popolare in via Scorsarole della località Fraine, a Pisogne, intorno alle 12,30 era salito a bordo del proprio scooter Mbk per raggiungere la baita di Tesone. Lì ad attenderlo c’era il fratello che lo stava aiutando a svolgere alcuni lavori nei boschi. La vittima, infatti, conosciuta da tutti come “Piero del Tesù”, era amante della montagna e si recava sempre in Val Palot. Ma stavolta qualcosa è andato tragicamente storto.

Dopo aver percorso circa un chilometro, nei pressi di una curva il centauro ha urtato un furgone di una ditta di spedizioni condotto da un ucraino e che procedeva nel senso contrario. Dopo lo schianto, il 58enne è stato sbalzato a terra ed è rimasto inerte. Il conducente del furgone, illeso ma scioccato, ha allertato i soccorsi facendo intervenire le ambulanze. La gravità delle condizioni ha spinto anche a chiedere l’aiuto dell’elicottero partito da Bergamo. Ma per Fettolini non c’era più nulla da fare.

I rilievi sono stati condotti dagli agenti della polizia stradale di Darfo Boario Terme che hanno posto sotto sequestro i due mezzi coinvolti nello schianto e per accertare la dinamica nei dettagli. La salma del 58enne ha già avuto il nulla osta del magistrato ed è stata ricomposta all’hospice della casa di riposo di Pisogne. L’ultimo saluto all’uomo, che lascia diversi fratelli e sorelle, sarà giovedì 16 marzo alle 15,30 nella chiesetta degli alpini in Val Palot.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.