Quantcast

Vandalismo dal Garda al Sebino e fino alla Bassa

A Berlingo abbattuti alcuni cartelli stradali e lampioni fuori dalla scuola. A Padenghe rubate piante di lavanda da un'aiuola. A Iseo bruciate due palme.

Più informazioni su

(red.) Nei giorni precedenti a martedì 14 marzo sono stati segnalati numerosi episodi di vandalismo in tutta la provincia di Brescia. I casi sono avvenuti a ogni latitudine, dal lago d’Iseo alla Bassa e fino al lago di Garda. Nella notte tra sabato 11 e domenica 12, per esempio, sono stati presi di mira vari cartelli stradali e lampioni fuori dalla scuola di Berlingo, nella bassa, dedicata all’ex sindaco Dario Ciapetti.

A Padenghe, invece, sul Benaco, nella centrale piazza Gabriele D’Annunzio, qualcuno ha pensato di rubare dieci piantine di lavanda da un’aiuola. Sul lungolago d’Iseo, infine, qualcuno ha voluto bruciare due palme. In tutti gli episodi è arrivata la condanna dei rispettivi sindaci e delle amministrazioni comunali che dovranno mettere mano alle casse pubbliche per ripristinare le situazioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.