Quantcast

Da Rovato a Brescia, fermato pendolare di droga

I carabinieri hanno trovato cocaina e 1.500 euro in casa di un 29enne marocchino. Prendeva spesso il treno verso la città per spacciare sostanze ai clienti.

(red.) Nei giorni precedenti a sabato 11 marzo i carabinieri hanno compiuto un’operazione ai danni di un 29enne marocchino, un vero e proprio pendolare della droga. Il giovane nordafricano veniva spesso visto mentre incontrava altre persone alla stazione ferroviaria di Brescia. Ma gli appuntamenti duravano pochi secondi e il capannello di individui si scioglieva, mentre il 29enne rimaneva sul posto senza fare nulla. Poi saliva sul treno. Una situazione che ha insospettito i militari che hanno voluto seguirlo stando attenti a non essere beccati.

Durante l’attività hanno così scoperto cosa celava il marocchino. In pratica, si muoveva sul treno tra Rovato, dove abita e Brescia, per spacciare sostanze stupefacenti tra i clienti. Ma l’ultimo incontro gli è stato fatale. Quando il 29enne è tornato a casa nel paese franciacortino, infatti, si è trovato i carabinieri davanti alla porta. Nel corso della perquisizione improvvisa, i militari hanno trovato cocaina in un contenitore del riso in dispensa e 1.500 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio. L’uomo è finito in manette e poi in carcere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.