Quantcast

Delitto Calcinato, funerale di Esposito a Napoli

Dopo l'autopsia e il nulla osta, la salma del 37enne è stata messa a disposizione della famiglia per l'ultimo saluto nella sua terra d'origine. Forse venerdì.

(red.) Giovedì 9 marzo, dopo essere stato sottoposto all’autopsia, il corpo di Gennaro Esposito, 37 anni, ucciso a coltellate la sera di domenica 5 a Calcinato, nel bresciano, è tornato verso Napoli, sua terra d’origine. Nella città campana si svolgeranno, forse già venerdì 10, i funerali per poi procedere con la sepoltura. Si chiude così nel peggiore dei modi l’esperienza nel bresciano per l’uomo che era giunto al nord Italia per trovare lavoro.

Ex pizzaiolo in Germania, poi aveva svolto solo alcuni lavori saltuari e all’insegna del precariato. Negli ultimi tempi nella sua famiglia, formata dalla moglie nigeriana dalla quale si era appena separato, ma conviveva e con le due figlie di 6 e 12 anni, l’unico stipendio che entrava era quello della donna. Impiegata part-time in un’azienda di pulizie. Il nucleo familiare vive in una casa popolare di piazza Repubblica, a pochi metri di distanza da via San Germano dove si è consumato il delitto in strada.

Attualmente Dione Cheikh, il senegalese di 34 anni che ha colpito l’italiano con dodici coltellate, si trova detenuto nel carcere di Canton Mombello a Brescia per omicidio volontario. Nel primo interrogatorio si è mostrato confuso e nel secondo, davanti al giudice Lorenzo Benini, non ha risposto alle domande. Per il proprio assistito, il legale ha chiesto che venga sottoposto a perizia psichiatrica. Mentre gli inquirenti continuano a indagare sui motivi del delitto. E la comunità di Calcinato si stringe intorno alla famiglia del napoletano ucciso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.