Spaccia, ruba e picchia. Straniero rimpatriato

Un 40enne residente a Remedello si è visto revocare il permesso di soggiorno e lunedì è stato accompagnato alla Malpensa da dove è partito verso Casablanca.

(red.) Furti, spaccio di sostanze stupefacenti e rissa. Portati avanti anche dopo essere già stato indagato una volta. E’ il curriculum di un 40enne marocchino residente a Remedello, nel bresciano, che lunedì 27 febbraio ha dovuto fare ritorno nel suo Paese d’origine.

Sul suo capo pendeva una lunga scia di reati, ma il comportamento aggressivo del 40enne non era cambiato per niente. Per questo motivo si è visto revocare il permesso di soggiorno in Italia ed è stato accompagnato all’aeroporto di Malpensa diretto, con sola andata, in Marocco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.