Quantcast

Montecampione, vandali tornano al vecchio hotel

Raid contro porte, infissi e serramenti dell'ex struttura ricettiva caduta in disuso dopo il fallimento della precedente società Alpiaz. Non è prima volta.

(red.) Nei giorni precedenti al 24 febbraio il vecchio hotel a Montecampione, sulle vette della Valcamonica, a 1.200 metri di altezza, nel bresciano, è stato preda dei vandali. Ed è il caso di dire di nuovo. La struttura ricettiva, non più utilizzata perché gestita dalla società Alpiaz giunta al fallimento, è finita al centro delle scorribande a poca distanza dalle piste frequentate dagli sciatori. Ne dà notizia il Giornale di Brescia.

Nelle settimane precedenti lo scempio si era consumato all’interno delle varie stanze, mentre negli ultimi episodi si è puntati direttamente sulle porte, finestre e infissi. Dell’hotel che un tempo ospitava centinaia di appassionati di sci in viaggio turistico, è rimasto solo lo “scheletro”. I vandali hanno sfondato le porte di legno portandole via, insieme ai serramenti e alle finestre e in un posto dove non c’è alcuna traccia della sorveglianza. E’ solo l’ultimo atto di distruzione in una zona in cui un’altra società sta tentando di risollevare l’economia e il turismo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.