Brescia, multa per bar con slot machine abusive

Slot machine troppo vicine a zone sensibili e cambio del gestore. A causa di queste violazioni un locale è stato sanzionato con una multa di 15mila euro.

(red.) Continuano le operazioni di presidio e di controllo da parte dell’amministrazione comunale nei locali pubblici che possiedono slot machine abusive per contrastare il gioco d’azzardo.

Venerdì 17 febbraio, il nucleo commerciale della Polizia Locale di Brescia ha multato la titolare di un bar che ha infranto le norme regionali che vietano l’installazione di macchinette a distanza inferiore ai 500 metri dai luoghi sensibili. La responsabile, di cittadinanza cinese, ha cambiato il gestore di tre apparecchi elettronici per il gioco d’azzardo, violando la normativa regionale che considera il cambio del noleggiatore al pari delle nuove installazioni irregolari.

Vista la vicinanza alla chiesa parrocchiale di via Sardegna, al poliambulatorio di via Corsica e a due istituti scolastici, la sanzione è di 15mila euro (5mila per ogni apparecchio). La violazione verrà notificata anche alla ditta proprietaria delle slot, con sede a Faenza. Gli agenti, inoltre, hanno applicato i sigilli alle macchinette, come previsto dalla legge, in attesa della loro rimozione da parte degli interessati.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.