Quantcast

Mantova, operaio bresciano cade da una gru

L'addetto 39enne di Cazzago San Martino giovedì mattina era sospeso in aria per raccogliere rifiuti in un deposito. Ma il braccio mobile non ha retto.

(red.) Giovedì mattina 16 febbraio un operaio bresciano di 39 anni è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro a Soave, nel mantovano. L’uomo, di Cazzago San Martino, poco prima delle 8 si trovava su una gru sospesa in aria per svolgere la raccolta di rifiuti all’interno di un capannone di Mantova Ambiente. A un certo punto, per cause da accertare e al vaglio dei carabinieri virgiliani e dei tecnici della Medicina del Lavoro, il braccio mobile che reggeva la gru non ha retto.

Così la gabbia dove si trovava l’operaio è precipitata a terra per alcuni metri. Gli altri lavoratori del deposito hanno subito chiamato i soccorsi facendo intervenire l’automedica e un’ambulanza, oltre ai vigili del fuoco. Il malcapitato bresciano ha riportato diverse lesioni e fratture gravi su tutto il corpo tali da indurre il suo trasferimento nel reparto di Neurologia dell’ospedale di Mantova. Inizialmente in prognosi riservata, poi giudicato non in pericolo di vita e gli sono stati dati due mesi per la guarigione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.