Montichiari, arrestati “vampiri“ di benzina

Un 34enne e un 36enne sono stati beccati a prelevare carburante dai tir di un'azienda che trasporta latte per la Parmalat. Uno dei due è un dipendente.

(red.) Sabato mattina 11 febbraio i tir parcheggiati nel piazzale di un’azienda a Montichiari, nel bresciano, che si occupa di trasportare latte della Parmalat, hanno rischiato di partire con il serbatoio a secco. Il motivo? Due uomini, entrambi di nazionalità rumena, di 34 e 36 anni, si erano appostati con canne e taniche per prelevare la benzina dai serbatoi. Avevano deciso di agire intorno alle 8, quindi alla luce del sole, sperando comunque di non essere beccati.

Ma per loro è andata male, perché in quei minuti è giunta una pattuglia della polizia locale che stava presidiando la zona. Quando gli agenti hanno notato i due uomini con quell’atteggiamento sospetto, hanno verificato la situazione e fatto centro. La coppia di malintenzionati aveva già prelevato circa 40 litri di carburante. E non è tutto perché in casa di uno di loro ce n’erano altri 150 litri.

Una quantità elevata che sarebbe stata destinata al mercato. Nel momento in cui la municipale ha identificato i due ha anche compreso perché avevano scelto quei tir. Il 36enne, infatti, è dipendente proprio dell’azienda. La coppia è finita in manette e lunedì 14 febbraio è stata sottoposta al rito per direttissima in tribunale. Per entrambi è arrivata una multa di 130 euro e la reclusione di 5 mesi e dieci giorni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.