Quantcast

Sirmione, legata e rapinata al casello sull‘A4

Una dipendente era sola in ufficio martedì pomeriggio quando sono entrati due malviventi. Cassaforte a tempo, quindi hanno rubato 300 euro all'addetta.

Più informazioni su

(red.) Nel pomeriggio di martedì 7 febbraio si è consumata una rapina al casello autostradale dell’A4 a Sirmione, al confine tra il bresciano e il veronese. L’episodio criminale è avvenuto intorno alle 17 all’interno degli uffici accanto ai box dove gli automobilisti pagano il pedaggio. Vittima è stata una giovane dipendente che in quel momento si trovava sola nella sede.

A un certo punto sono entrati due individui, entrambi di circa 25 anni, a volto scoperto e senza armi, che hanno chiesto con fare minaccioso all’addetta dove si trovasse la cassaforte. La dipendente non ha potuto fare altro che indicarla, ma senza poterla aprire su intimidazione dei malviventi. Ha spiegato loro che il meccanismo era a tempo e che lei non avrebbe potuto fare nulla.

Ma la coppia, rischiando di uscire a mani vuote e di aver fatto un buco nell’acqua, ha legato e imbavagliato a una sedia la dipendente, chiusa in una stanza, poi le hanno rubato il portafogli che conteneva circa 300 euro e i documenti personali. L’addetta dopo un’ora è riuscita a liberarsi ed ha allertato le forze dell’ordine. Della vicenda si stanno occupando gli agenti della polizia stradale di Verona Sud che hanno già acquisito le immagini riprese dalle telecamere attive sul casello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.