Gavardo, sequestro terreno con auto confiscate

La Guardia di Finanza di Salò ha bloccato un'area per vetture sequestrate dalle forze dell'ordine. Ma in realtà era una discarica abusiva. Attivata l'Arpa.

(red.) La Guardia di Finanza di Salò ha scoperto un deposito di auto sequestrate in un terreno a Gavardo, nel bresciano. Si tratta di un’area di circa 500 metri quadrati che avrebbe dovuto ospitare diverse vetture confiscate dalle forze dell’ordine. Ma di fatto era una discarica, un vero e proprio “cimitero” di auto. Tutti i mezzi che si trovavano all’interno, infatti, erano fortemente degradati. Più da sfascia carrozze, insomma.

Oltre all’impatto derivante da quelle auto ridotte in pessime condizioni, c’è il rischio ambientale. Le vetture in sosta trovate all’interno dell’area sono paragonabili a rifiuti speciali e non c’era alcuna protezione del terreno sottostante. Quindi è possibile che liquidi e altre sostanze inquinanti dalle auto siano penetrati. Per questo motivo le Fiamme Gialle hanno anche attivato l’Arpa per verificare la situazione. 43 mezzi sono stati sequestrati, mentre il proprietario del terreno ha incassato una denuncia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.