Quantcast

Omicidio Iseo, è il giorno del funerale di Nadia

Alle 15 nella chiesa di Castegnato l'ultimo saluto alla 25enne uccisa a coltellate dal suo paziente nella cascina Clarabella. Assassino non ricorda nulla.

(red.) Venerdì 27 gennaio alle 14,30 il feretro della 25enne Nadia Pulvirenti, uccisa martedì 24 mattina alla Cascina Clarabella di Iseo, nel bresciano, lascerà l’ospedale Civile diretto verso Castegnato. Qui, nella chiesa parrocchiale del paese dove abitano i genitori e dove la ragazza conviveva con il fidanzato Gianluca, alle 15 sarà celebrato il funerale. E’ quindi il giorno del dolore per la tragica morte della terapista accoltellata da un paziente, il 54enne Abderrhaim El Moukhtari, mentre svolgeva il suo lavoro.

Giovedì è arrivato il nulla osta per celebrare l’ultimo saluto alla ragazza in un’intera comunità che si stringerà intorno ai familiari. E’ stato lo stesso giorno in cui il marocchino, accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e autore delle otto coltellate mortali inferte alla 25enne, è stato interrogato. Nella convalida del fermo nel carcere di Canton Mombello, al giudice delle indagini preliminari Elena Stefana non ha risposto. Ha solo detto di non ricordare nulla di quanto successo quella mattina e chiede scusa “se sono stato io a uccidere Nadia, con cui avevo un rapporto bellissimo”. Frasi poi menzionate dal suo avvocato Giuseppe Mercurio.

Intanto il pubblico ministero Erika Battaglia prosegue le indagini all’interno della struttura sanitaria per capire in quale scenario sia maturato il delitto e cosa possa aver spinto l’uomo a quella furia. Per questo motivo saranno controllati tutti i protocolli sanitari attivi nella comunità. Approfondendo gli elementi, si è scoperto che il nordafricano da quindici anni soffre di problemi alla psiche, di cui dieci all’interno della cascina di Iseo che si occupa di riabilitazione, anche attraverso il lavoro. Di questa permanenza, da due anni era tenuto in cura dalla 25enne che ha ucciso. Dal punto di vista giudiziario, durante l’incidente probatorio sarà disposta la perizia psichiatrica sull’uomo. Nel frattempo, dal Belgio arriverà la sorella dopo che il 54enne si è separato ed è stato scaricato dalla compagna e dai due figli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.