Quantcast

Ordigno alla Oto Melara, attesi gli artificieri

La bomba, pare della seconda guerra mondiale, è stata ritrovata sotto terra durante la rimozione di alcuni serbatoi. Oggi arriveranno gli esperti da Cremona.

(red.) Giovedì mattina 26 gennaio arriveranno gli artificieri del Genio guastatori dell’esercito, provenienti da Cremona, per verificare l’ordigno bellico trovato mercoledì pomeriggio alla Leonardo Finmeccanica-Divisione Sistema Difesa, a Brescia. Il rinvenimento, intorno alle 14,30, è avvenuto nel momento in cui erano in corso alcuni lavori per rimuovere vecchi serbatoi di gasolio sotto terra, non più usati. Quando è stata fatta la scoperta, ogni attività è stata bloccata, allertando poi le forze dell’ordine.

Come prima misura è stata disposta l’evacuazione di massa di tutti gli oltre 100 operai, compresi gli addetti delle ditte esterne che avevano raggiunto lo stabilimento di via Lunga per compiere i lavori sotterranei. Nessun pericolo, invece, per una scuola vicina che ha concluso le lezioni alle 16, come di consueto. La Polizia di Stato intervenuta sul posto ha fatto allestire una serie di transenne intorno all’area dove si trova l’ordigno e in attesa dell’arrivo degli artificieri.

Che non sono potuto giungere subito nel bresciano perché questi tipi di operazioni devono essere programmate. In ogni caso, sono attesi giovedì mattina mentre gli operai hanno ripreso regolarmente le attività. Pare che la bomba, di quelle d’aviazione sganciate dagli aerei, sia risalente alla seconda guerra mondiale. Questi ritrovamenti si stanno moltiplicando e l’ultimo non è un caso. Prima di diventare Leonardo Finmeccanica, infatti, l’azienda che era stata anche Oto Melara, era chiamata Breda, leader nel settore della produzione di armi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.