Quantcast

Strade gelate, mattina di incidenti e cadute

La neve e il gelo artico hanno reso scivolose le strade e i marciapiedi. Più di cento persone in poche ore ai pronto soccorso in tutta la provincia.

(red.) Nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 gennaio buona parte della provincia di Brescia è stata avvolta da uno strato di neve dello spessore di alcuni centimetri. Una situazione che, insieme al vento e al gelo artico, rende probabile il pericolo di ghiaccio. E così la circolazione stradale delle auto e i movimenti delle persone diventano più ostici.

Tanto che solo di venerdì mattina si segnalano circa nove incidenti stradali, soprattutto nella bassa bresciana dove sembra che il sale sia stato riversato più tardi rispetto alle altre zone. Per fortuna in nessuno degli incidenti si segnalano feriti gravi o situazioni particolari. Si tratta soprattutto di tamponamenti o uscite di strada avvenuti da Mazzano a Castenedolo, da Cigole a Bassano Bresciano, da Cologne a Quinzano e Gussago e fino a Calcinato.

A questi episodi si aggiungono le cadute dei pedoni sui marciapiedi resi scivolosi dal ghiaccio, anche in città. Tanto che a metà mattina, oltre cento persone avevano chiesto aiuto ai pronto soccorso degli ospedali di Manerbio e Chiari per contusioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.