Quantcast

Bagnolo Mella, sparano a due passi dalle case

Due bracconieri beccati ad abbattere una tortora (specie protetta) a pochi metri da cascine e strade di paese. Fermati e denunciati. Anche una multa.

Più informazioni su

(red.) Sparano a una tortora, che tra l’altro è specie protetta e in più a due passi dalle abitazioni. E’ successo tra le campagne di Bagnolo Mella e Offlaga, nel bresciano, dove due bracconieri sono finiti nei guai. In una delle domeniche di caccia, le guardie volontarie provinciali stavano facendo i consueti controlli per il monitoraggio del territorio. A un certo punto si sono imbattuti in una coppia di cacciatori che, nei pressi di una cascina, hanno puntato il loro fucile abbattendo la tortora.

Poi, nel momento in cui hanno verificato di essere stati scoperti, hanno attraversato in fuga la campagna raggiungendo le loro auto parcheggiate. Le guardie hanno allertato anche i carabinieri di Bagnolo per quanto stava succedendo, visto che avveniva a due passi dal centro del paese. I cacciatori, invece, pensavano di farla franca raggiungendo la propria base. E qui hanno trovato i volontari.

Uno dei bracconieri ha finto di essere un addetto all’eradicazione delle nutrie, mentre l’altro non ha voluto fornire le proprie generalità. Così hanno fatto il pieno di denunce e multe per distanza non idonea da immobili e strade comunali, omessa custodia di munizioni, rifiuto dell’indicazione della propria identità a pubblico ufficiale e abbattimento di una specie protetta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.