Ghedi e Lonato, quattro arrestati per spaccio

Nella bassa uno aveva allestito una serra di cannabis nella propria casa. Altri due, già fermati a giugno, hanno avuto la notifica. Un altro con la marijuana.

Più informazioni su

(red.) Doppia operazione contro lo spaccio di droga da parte dei carabinieri tra Ghedi e Lonato, nel bresciano. Quella più incisiva è stata portata a termine nel paese della Bassa dove è stato fermato un pusher 39enne, sorpreso a dare una dose di hashish a un giovane. Durante la perquisizione è stato trovato in possesso di 20 dosi della stessa sostanza per 30 grammi. Ma la sorpresa i militari l’hanno compiuta quando hanno controllato la sua casa che condivide con la madre.

All’interno era stata allestita una vera e propria serra di cannabis con lampade per illuminare e riscaldare le coltivazioni e impianti di termoventilazione. In più, diverse piante erano ancora nei vasi e altre pronte per essere essiccate. Tutto il materiale è stato sequestrato, mentre l’uomo è finito in manette. Il giudice delle indagini preliminari di Brescia ha convalidato il fermo disponendo la detenzione nel carcere di Canton Mombello.

I carabinieri di Carpenedolo, invece, hanno eseguito due provvedimenti di custodia cautelare per due cugini albanesi, residenti a Lonato, per spaccio. Erano stati arrestati a giugno, ma uno dei due continuava a vendere la droga, tanto che sono stati trovati anche 17 grammi di cocaina. C’era marijuana, infine, nella casa di un altro inquilino del loro stesso palazzo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.