Bassano, scoperto un altro caso di evasione fiscale

Il titolare di una società edile ha prodotto fatture false da 1 milione su presunti lavori a favore di due aziende. Era stato beccato anche un conterraneo.

(red.) Un altro caso di frode fiscale che coinvolge un imprenditore di Bassano Bresciano. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza di Manerbio durante una lunga indagine economica e investigativa sui conti di una società intestata a un 53enne attivo nel campo dell’edilizia e degli scavi. Tra l’altro le Fiamme Gialle avevano già beccato un 62enne titolare di una società di Manerbio e che faceva riferimento a una serie di aziende “cartiere” per produrre fatture false su operazioni inesistenti.

Il meccanismo è sostanzialmente identico a quello scoperto ai danni del 53enne conterraneo. La Finanza ha svolto una serie di accertamenti sui conti della società di quest’ultimo, dal 2013 al 2015, verificando qualcosa di sospetto. In particolare, aveva inserito a registro una serie di fatture contabilizzate per 1 milione di euro di costi e legate a presunti lavori svolti. Attività che sarebbero state eseguite per due aziende di un imprenditore locale. Ma a dare sospetti è il fatto che le giustificazioni di quelle operazioni fossero molto, troppo, generali.

Così i militari hanno approfondito scoprendo che quei lavori, anche in base ai posti dove si trovavano i cantieri del 53enne, non erano mai stati realizzati. La conferma è arrivata anche dall’imprenditore delle due aziende che non ha riconosciuto quelle operazioni. Così il 53enne è finito nei guai per aver iscritto costi per 1 milione di euro e non aver versato l’Iva per 200 mila.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.