Quantcast

Via Cefalonia, due investite per lampioni spenti

Martedì, prima alle 17,30, poi alle 18,30, due donne sono state colpite sullo stesso attraversamento pedonale all'incrocio con via Cipro. Intervento di A2a.

(red.) Il primo dopo le 17,30, il secondo intorno alle 18,30. Nel tardo pomeriggio di martedì 15 novembre, quando ormai il sole era calato da tempo, lasciando il posto al buio, si sono verificati due investimenti stradali a Brescia. La particolarità riguarda il fatto che entrambi gli episodi sono avvenuti nello stesso identico punto. La dinamica tra via Cefalonia e via Cipro, a Brescia Due. Pochi minuti dopo le 17,30 è stata investita sulle strisce pedonali una donna di 63 anni.

Sul posto per lei è arrivata un’ambulanza della Croce bianca che l’ha condotta in codice verde alla Poliambulanza. Per i rilievi se ne sono occupati gli agenti della polizia locale che hanno fermato l’auto che aveva colpito la donna, ma poi l’hanno lasciata andare. Nel giro di un’ora, alle 18,30, un’altra donna, stavolta di 43 anni, è stata travolta da un’altra vettura nello stesso punto. Anche lei è stata soccorsa da un’ambulanza della Croce Rossa e portata in Poliambulanza. Le due ferite, per fortuna, non hanno subito gravi conseguenze, ma hanno avuto solo bisogno delle medicazioni.

Il motivo dei due incidenti sullo stesso punto? L’attraversamento pedonale non era segnalato perché i lampioni della luce sul posto non si erano accesi. Tanto che la municipale, dopo essere intervenuta al primo episodio, aveva allertato A2a per l’emergenza e ha presidiato la zona in quel momento pericolosa. Peccato che la multiutility si sia presentata solo dopo il secondo incidente, quindi dopo circa tre quarti d’ora. L’azienda con una nota ha informato del fatto che i propri dipendenti non potevano intervenire subito perchè impegnati in altre emergenze. Intorno alle 19 il guasto è stato riparato, ma gli operai torneranno per verificare le cause del malfunzionamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.