Quantcast

San Polo, cadono calcinacci su autostrada A4

Venerdì sera alle 19 alcune pietre si sono staccate dal cavalcavia 218 di via Casotti. La strada sottostante è stata chiusa fino alle 21 per la bonifica.

(red.) Il pensiero alla disgrazia sulla tangenziale Milano-Lecco, dove un camion è precipitato per il crollo del cavalcavia e finendo sulla strada sottostante, con un morto e sei feriti, è stato il primo tra gli automobilisti venerdì sera 4 novembre nel bresciano. I fatti. Intorno alle 19 le auto che stavano percorrendo l’autostrada A4 Milano-Venezia sono state quasi sfiorate da alcuni calcinacci caduti dal cavalcavia soprastante, il 218, di via Casotti.

La zona è quella di San Polo. Così le segnalazioni da parte degli automobilisti alla polizia stradale e ai vigili del fuoco si sono moltiplicate. Sull’A4, infatti, per fortuna senza colpire le vetture in movimento, si sono depositate alcune pietre di calcestruzzo di piccole dimensioni, ma ovviamente pericolose. Così, per precauzione, l’autostrada è stata chiusa al traffico per oltre due ore.

Sul posto sono intervenuti i pompieri, guidati dal comandante provinciale Agatino Carollo, che si sono occupati della bonifica del cavalcavia, con la rimozione dei pezzi che avrebbero potuto creare altri pericoli. La stradale, invece, si è occupata della viabilità, con le lunghe code che si sono formate in entrambe le direzioni, verso Milano e Venezia. L’autostrada è stata poi riaperta intorno alle 21, ma sono previsti altri sopralluoghi sul ponte e altri cavalcavia nel resto della provincia per i giorni successivi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.