Offlaga, operaio in manette per spaccio

Un 48enne, già nel mirino dei carabinieri dal 2012, è ricaduto nel vizio della vendita di droga tra i concittadini. Condannato a un anno e a una multa.

Più informazioni su

(red.) I carabinieri di Manerbio hanno arrestato un operaio italiano di 48 anni, pregiudicato e residente a Offlaga, nel bresciano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo e la sua abitazione erano controllati da tempo, visto che l’operaio, disoccupato, era già finito nel mirino delle forze dell’ordine e in manette nel 2012 per un altro caso di droga. Nell’episodio più recente, nei giorni precedenti al 28 settembre, i militari sono stati insospettiti da un uomo che ha raggiunto l’abitazione del 48enne ed è uscito subito.
Così i carabinieri lo hanno bloccato, trovandogli una dose di cocaina. A quel punto, sapendo di andare a colpo sicuro, hanno compiuto un blitz e messo le manette allo spacciatore recidivo. Tra l’altro è stato scoperto come l’uomo, per non destare sospetti, dopo il primo arresto avesse deciso di vendere droga tra i propri concittadini. Nel processo per direttissima al tribunale di Brescia gli è stato convalidato l’arresto, con una condanna a un anno di reclusione e al pagamento di una multa di 1.200 euro. Dovrà presentarsi in caserma per l’obbligo di firma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.