Quantcast

La scomparsa della grande soprano Daniela Dessì

L'artista era nata a Genova ma, bresciana d'adozione, abitava a Gussago. In lutto il mondo della lirica di cui era una stella internazionale.

Più informazioni su

    (red.) E’ scomparsa improvvisamente a 59 anni la soprano di origine genovese, ma bresciana d’adozione, Daniela Dessì, stroncata da una forma molto aggressiva di tumore al colon. La morte è arrivata alla Poliambulanza di Brescia nella notte tra sabato e domenica, suscitando grande cordoglio nel mondo della lirica nel quale l’artista era molto conosciuta e apprezzata a livello internazionale.
    L’annuncio lo ha dato il marito Fabio Armiliato, tenore: «Una malattia breve, terribile e incomprensibile me l’ha portata via in questi mesi; se ne è andata la più grande cantante lirica degli ultimi 20 anni».
    La soprano, che risiedeva a Gussago pur essendo nata a Genova il 14 maggio 1957, non aveva voluto che trapelasse alcuna informazione sulla sua malattia, per questo la notizia del decesso ha colto tutti di sorpresa.
    Daniela Dessì aveva studiato fin da giovanissima presso il conservatorio della nostra città (iniziando a esibirsi al circolo Dordoni) per concludere gli studi a Parma e all’Accademia Chigiana di Siena. Aveva cominciato a farsi conoscere con la vittoria nel 1980 del concorso lirico nazionale della Rai.
    Da allora era iniziata una lunga carriera di successi che l’aveva portata da protagonista sui palcoscenici di tutto il mondo tra cui la Scala di Milano, la Wiener Staatsoper austriaca e il Metropolitan di New York, con la direzione dei maestri più importanti.
    I funerali sono stati fissati per martedì 23 agosto in Cattedrale a Brescia, piazza Paolo VI, alle ore 15,30. La camera ardente è stata allestita nella chiesa di Santa Maria della Carità, in via Musei.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.