Cercatore di funghi muore a Montecampione

La vittima è un ucraino di 47 anni di Castro che è precipitato nel vuoto in Val Maione. Inutile l'intervento del Spoccorso Alpino e dell'eliambulanza.

(red.) L’intervento dell’eliambulanza da Bergamo e degli uomini del Soccorso Alpino camuno non è bastato per salvare la vita di un cercatore di funghi di 47 anni  di origine ucraina, Oleksandr Gorobet, residente a Castro sulla sponda occidentale del lago d’Iseo in provincia di Bergamo, che è precipitato in una scarpata questa domenica 21 agosto sulle montagne intorno a  Montecampione, in Valle Camonica nella provincia di Brescia.
L’uomo era impegnato nella ricerca di funghi insieme con il cognato, ma a un tratto ha perso l’equilibrio ed è caduto precipitando nel vuoto per una decina di metri e poi finendo in un dirupo boscoso della Val Maione, a 1390 metri di quota, nel territorio della frazione Vissone di Pian Camuno, località Prato Secondino.
Il parente ha lanciato l’allarme e verso le 13 sono scattate le operazioni di soccorso. Purtroppo la zona è abbastanza impervia e quando la vittima è stata raggiunta non c’era più nulla da fare. Il medico non ha potuto fare altro che constatarne la morte

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.