Niardo, uccide camoscio, denunciato

La polizia provinciale ha assistito alla scena e poi fermato il cacciatore. Dietro una roccia c'erano i pezzi dell'arma e un silenziatore, tutti sequestrati.

(red.) Un bracconiere è stato denunciato a piede libero alla procura di Brescia da parte degli agenti della polizia provinciale dopo essere stato beccato a sparare a un camoscio. L’episodio si è verificato tra le montagne in località Frorone di Niardo, nella parte bresciana della Valcamonica, dove il cacciatore si era appostato nonostante non sia periodo di stagione venatoria. Ha imbracciato un fucile al quale aveva installato un silenziatore artigianale per non destare sospetti dopo lo scoppio e ha puntato il mirino contro l’animale. Poi ha premuto sul grilletto facendo partire il proiettile che ha colpito e ucciso il camoscio. Soddisfatto per quel tiro, ha smontato l’attrezzatura e si stava dirigendo verso la preda.
Peccato per lui che le forze dell’ordine presenti sul posto per i controlli abbiano visto l’intera scena. Così lo hanno fermato e l’uomo non ha opposto resistenza. L’attenzione dei militari si è poi rivolta a una roccia nelle vicinanze e dietro la quale c’era un’apertura con all’interno un grosso tubo chiuso. Dentro sono stati trovati i pezzi che componevano l’arma appena usata dal cacciatore. Le parti del fucile sono state sequestrate così come la carcassa del camoscio. Il bracconiere è accusato di aver abbattuto l’animale in un periodo che non è di caccia e del possesso dell’arma, munizioni e silenziatore, tutti senza alcuna matricola o marchi. Del caso se ne occupa il pubblico ministero di Brescia Eliana Dolce.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.