Quantcast

Ruba cellulare e picchia 16enne, arrestato

17enne guidava una banda di ragazzini che alla fine di marzo ha rotto un braccio alla giovane. Fermato mercoledì 20. Aveva anche droga e coltello.

Polizia(red.) Un giovane, non ancora maggiorenne, è stato arrestato all’alba di mercoledì 20 aprile nella sua casa di Gussago, nel bresciano. Il 17enne è accusato di aver guidato una banda, formata da altri 4 o 5 ragazzini, che alla fine di marzo aveva aggredito e derubato una 16enne a Desenzano del Garda. La giovane era stata circondata dal gruppo che poi le aveva depredato il cellulare, tanto da romperle un braccio durante il furto. La ragazza aveva chiesto l’aiuto dei soccorsi per poi essere trasportata in ospedale per le cure. In quella circostanza aveva informato il commissariato di polizia di essere stata aggredita e rapinata, facendo partire le indagini.
Il 17enne a capo della baby gang e con precedenti, è stato beccato e raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare. E non è finito nei guai solo per la violenza. Portava con sé anche un coltello e cinque dosi di ketamina. Nella sua abitazione, invece, i militari hanno trovato il cellulare rubato alla ragazza, i vestiti indossati durante la violenza, un bilancino di precisione e vario materiale per confezionare la droga. E’ accusato di rapina e lesioni, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto d’arma ed è stato condotto in comunità essendo minorenne.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.