Quantcast

Ottaviani, senza tetto salvato da freddo

Domenica 14 un'operazione di vigili del fuoco, carabinieri, polizia e soccorso a Brescia ha permesso di rintracciare il clochard nell'ex caserma.

caserma ottaviani brescia(red.) Domenica 14 febbraio i vigili del fuoco, carabinieri, agenti di polizia e volontari del soccorso sono stati impegnati per rintracciare un senza tetto, poi trovato nell’ex caserma Ottaviani di Brescia. Quella presenza era stata segnalata alle forze dell’ordine che hanno messo in campo una vera e propria operazione di ricerca tra i 24 stabili presenti lungo via Tartaglia, nei 56 mila metri quadrati di area dismessa che fino al 1992 ha ospitato la zona militare.
Alla fine la macchina dei soccorsi messa in campo ha avuto esiti positivi, con il ritrovamento dell’uomo di origine straniera, sembra africana, in evidente stato di ipotermia. Se fosse passato altro tempo, probabilmente non ce l’avrebbe fatta. Il clochard è stato soccorso e condotto all’ospedale Civile di Brescia per verificare le sue condizioni. Pompieri e militari, invece, hanno poi proseguito la bonifica della zona per controllare se ci fossero altri senza tetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.